This website uses third party cookies to improve your experience. If you continue browsing or close this notice, you will accept their use.

Lorenzo Codogno e Giampaolo Galli: Il piano B, l’euro e quelle tensioni con la Ue

Il cosiddetto “contratto” di governo, se attuato, comporterebbe a regime un aumento del disavanzo pubblico nell’ordine di 100 miliardi di euro e sarebbe palesemente in contrasto sia con l’art. 81 della Costituzione italiana sia con le regole dell’Unione Europea.
Una tesi che fino ad ora sembra avere avuto un certo credito fra gli operatori finanziari è che il contratto non vada preso alla lettera; per ora si tratterebbe solo di un proseguimento della campagna elettorale e di un modo per conciliare, almeno sulla carta, le promesse di entrambi i contraenti.

Click HERE to view the article.

AttachmentSize
Il piano B, l’euro e quelle tensioni con la Ue502.86 KB